ACQUISTA

RICCIONE CINEMA IN GIARDINO- AGOSTO 2017

IN GUERRA PER AMORE
Pif torna nelle sale da regista e protagonista di un film dal ritmo scorrevole, con molti siparietti comici e colpi di scena: una pellicola che fa ridere, emoziona e regala molti momenti di riflessione. Nella New York del 1943 un giovane immigrato di Palermo vede promessa in sposa la propria innamorata al figlio di un malavitoso locale. Per evitare il compimento del matrimonio, il ragazzo dovrà prendere parte allo sbarco dell’esercito americano in Sicilia per trovare il padre di lei e chiedere la sua benedizione. Il protagonista con la sua goffaggine e ricerca ossessiva del padre mantiene leggero il tono della pellicola, aiutato da comprimari assolutamente comici e iconici. La vera tematica del film è invece affidata a un Tenente che è il primo a rendersi conto di come la conquista americana della Sicilia stia permettendo il rinforzo e la rinascita della Mafia locale.


INDIVISIBILI
Un film d’autore italiano presentato alla Mostra del Cinema di Venezia ed esportato in tantissimi Festival internazionali. Due gemelle siamesi belle, eccitanti e desiderate da chi le circonda proprio per la loro particolarità, prede in un mondo che vuole sfruttarle perché sono strane. Le due ragazze si esibiscono come cantanti e danno da vivere a tutta la famiglia; anche il prete della parrocchia locale è della partita. Infatti le due protagoniste sono ritenute da tutti sante, si fanno toccare nel punto in cui sono unite come fosse taumaturgico. Le cose vanno bene fino a quando non scoprono di potersi dividere perchè un chirurgo si offre di separarle anche gratis, dopo che la famiglia aveva sempre raccontato che l’intervento era impossibile. Angela e Marianna Fontana sono due gemelle, non siamesi ovviamente, scelte da De Angelis per questo difficile ruolo: per mesi le due ragazze si sono allenate a camminare, correre e perfino nuotare, legate l'una all'altra, come un unico corpo


QUELLO CHE SO DI LEI
Chaterine Deneuve e Chaterine Frot, due donne in prima fila che reggono i personaggi fino alla fine. Una levatrice, Claire, che trae  la sua forza dal contatto umano con le madri e i loro bisogni, compensando la vita famigliare: una madre inesistente, un padre e il suo abbandono famigliare, un marito e una tragedia, un figlio Simon che vorrebbe copiarla.  Mentre la situazione lavorativa diventa difficile per la chiusura del reparto maternità, incontra dopo molti anni Bèatrice, la donna che ha diviso i suoi genitori. Ora Béatrice è malata ma il suo spirito vitale è forte, mentre Claire invece appare smorta. Donne opposte: la vita ospedaliera incontra uno sguardo remissivo mentre la morte che si avvicina è a fianco di energie mai sopite


SNOWDEN
Oliver Stone con un film che riesce a mischiare fiction e cronaca in modo efficace, con linguaggio semplice, ottimo cast e rigore narrativo ripercorre i nove anni di carriera di Snowden nei servizi segreti Usa. Dallo sguardo in retrospettiva, si comprendono  i dilemmi morali che hanno accompagnato la presa di coscienza di un ragazzo che, da giovane con un lavoro redditizio e una fidanzata amorevole, si trova a perdere tutto per amore della verità e a diventare uno degli uomini più ricercati al mondo .Edward Snowden patriota convinto, è arruolato nella divisione informatica della CIA. Quando si rende conto che i programmi per la sicurezza da lui ideati vengono sviluppati allo scopo di mettere sotto sorveglianza 24 ore su 24 buona parte della popolazione mondiale, intuisce che con la scusa della lotta al terrorismo si persegua la volontà di raggiungere, in maniera illecita, il controllo di massa. Decide quindi di divulgare le procedure illegali adottate dal governo a un gruppo di giornalisti. Diventerà un grande uomo nella semplicità e umiltà assoluta.


LION
Tratto da una storia vera, una pellicola molto coinvolgente: la vicenda di un bambino indiano che si smarrisce e che una volta adulto tenta di ritrovare la sua famiglia di origine. La fotografia è meravigliosa, gli immensi spazi del continente indiano sono splendidi e allo stesso tempo ben sintetizzano l'irrilevanza del singolo rispetto ad una tale vastità. Il piccolo Saroo vive in un villaggio indiano  molto povero, per seguire il fratello si  perde, sale su un treno che lo porta a chilometri e chilometri da casa sua. Piccolo, indifeso è assolutamente incapace di tornare a casa finisce in orfanotrofio, e fortunatamente una coppia australiana decide di adottarlo. Per tutta la sua vita avrà un'amorevole coppia di genitori, ma a un certo punto l'impellenza di ritrovare la mamma e il fratello è troppo forte. Dopo molte ricerche Saroo riesce ad identificare il suo villaggio di origine e parte alla volta dell'India per trovare finalmente una risposta alle sue domande e ritrovare la pace.
 

BABY BOSS
Una commedia d'animazione pensata per un pubblico di giovanissimi, ma capace di strizzare l'occhio anche agli adulti per il racconto delle dinamiche affettive tra i due piccoli protagonisti. Tim ha sette anni, i genitori gli vogliono bene e lo riempiono di attenzioni. Un giorno arriva a casa un secondo bambino e le cose cambiano drasticamente: perché i genitori hanno meno tempo da dedicare a Tim, ma anche perché il bimbo in questione in realtà sembra essere decisamente più grande della sua età. Effettivamente, è in missione segreta... contro i cuccioli di cane. 


SOLE CUORE AMORE
ll quotidiano di due donne tra coraggio e fantasia. Due umanità, due vite comuni tenute insieme da un legame fortissimo, una solidarietà femminile che  diventa l'unico balsamo in un mondo di precarietà, di affanni, di fatica quotidiana.  Nella periferia romana vivono e lottano due donne. Una ha quattro figli, un marito amorevole ma disoccupato, un lavoro come banchista da bar a quasi due ore di mezzi da casa sua. La sua giornata inizia alle 4 del mattino; mentre lei esce per andare a lavorare l'altra che  è una performer rientra a dormire. Le loro vite sono differenti e complementari e allo stesso tempo simili, come possono essere simili le esistenze di due donne di oggi divise tra aspirazioni e precarietà, solitudine e amore, voglia di resistere e disperazione.
FAI BEI SOGNI Marco Bellocchio si cimenta con uno dei più grandi successi editoriali degli ultimi anni, il romanzo autobiografico "Fai bei sogni" scritto da Massimo Gramellini, giornalista de La Stampa. A nove anni Massimo perde la mamma per un infarto improvviso - o almeno così gli dicono i parenti. Dopo un'infanzia solitaria e un'adolescenza difficile diventa un giornalista affermato ma continua a convivere con il ricordo lacerante della madre scomparsa, nonché con un senso di mistero circa la sua improvvisa dipartita. Solo alla fine scoprirà come sono andate esattamente le cose, e troverà il modo di risalire alla luce.

MOGLIE E MARITO
Il  trionfo del meccanismo della commedia: buona scrittura, direzione equilibrata che non scade mai nella banalità o nella facile volgarità e addirittura fa ridere davvero. Anche l’interpretazione dell’ultima delle comparse è estremamente curata e sincronizzata sul ritmo a cui battono i due protagonisti Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak  assieme all’impagabile Valerio Aprea. Cosa accadrebbe se, all'improvviso, ci trovassimo nei panni degli altri? Sofia e Andrea sono una coppia  carica di rancori e incomprensioni inutili da essere sull'orlo del divorzio. Lei lavora in televisione e lui è un neurochirurgo che fa ricerche sulla trasmissione del pensiero: grazie a una sua rudimentale macchina i due all'improvviso... si scambiano le menti! Si ride, e molto, anche a rivedere noi stessi e le nostre mille manie quotidiane, il bisogno continuo di essere capiti, considerati, anche solo abbracciati. 


AQUARIUS
Presentato in concorso all’ultimo Festival di Cannes e osannato dalla critica di tutto il mondo,  con  una straordinaria Sonia Braga, donna che rivendica la propria identità culturale, politica e sessuale e il diritto di essere libera in un film che ha i colori della contro-cultura e dell’emancipazione femminile. Clara è un critico musicale in pensione e vive nel palazzo “Aquarius”, che si affaccia sullo splendido lungomare di Recife. Una compagnia immobiliare ha già acquistato tutti gli appartamenti dell’edificio per farne un condominio di lusso, lei è decisa a non cedere il suo, a cui la legano molti ricordi familiari. Dopo i primi tentativi amichevoli, gli speculatori ingaggiano una vera e propria guerra fredda con la donna, in un crescendo di violenza psicologica: abituata a combattere da una vita, Clara non ha però intenzione di arrendersi, neanche davanti all’ultima, sconvolgente minaccia


LA TENEREZZA
Il regista Gianni Amelio, che ha curato anche la sceneggiatura, ha voluto un cast di altissimo livello per questa pellicola che è un mix di vari generi, tra tragedia e speranza, tra sorriso e violenza. Ambientato in una Napoli borghese ed immersa nel benessere, racconta la storia di un padre, egoista e brusco, del conflitto con i suoi due figli, compagno solo del nipotino. Nell’appartamento di fronte al suo viene ad abitare una giovane coppia con due bambini, che arrivano dal Nord. Sono belli, estroversi, simpatici, e soprattutto la donna, col suo modo di fare, scioglie le durezze del vicino e lo fa rinascere. Una sera, però, succede qualcosa nel palazzo  che sconvolgerà da quel momento l’esistenza di tutti.


BALLERINA
Félicie è una piccola orfana della Bretagna ed ha un'unica grande passione: la danza. Insieme al suo migliore amico Victor, che sogna di diventare un inventore, studia un piano folle per fuggire dall'orfanotrofio dove vive e andare a Parigi. Félicie dovrà superare i propri limiti e gli ostacoli sulla sua strada per realizzare il suo sogno: diventare la prima ballerina dell'Opera di Parigi. Sarà la sguattera Odette, la cui promettente carriera di ballerina fu stroncata da un incidente, ad aiutarla a imparare. Troverà in lei la forza e la motivazione per superare gli ostacoli?


I MIEI GIORNI PIU BELLI
Meraviglioso film di Arnaud Desplechin, premiato da critica e pubblico, e vincitore del Premio César 2016 per la migliore regia, I miei giorni più belli  è  la storia di un grande amore, che per definizione è irragiungibile, non riproducibile, vagamente eterno. Ma è anche una storia avventurosa, di acerrimi nemici e sorelle complici, bravate, baci, passaporti contraffatti, gesti eroici e sopra le righe, purezza, promesse, limiti non percepiti, confini fisici e reali. Ed é proprio questo il grande merito di Desplechin, che riconferma in questo film uno stile romantico, nel senso di eroico, libero, moderno. Parlarci di amore come lo possiamo ricordare davvero, una sera di Giugno, inizio estate, lucciole fra le foglie e scene di cosa siamo stati, nel bene, nel male, fedeli, indignati, coraggiosi, capaci di amare lei, bella e troppo fragile senza chiederci continuamente: e poi?


FORTUNATA
Madre imperfetta ma legata alla propria figlia da un amore tenero e animalesco, nata dall’immaginazione della scrittrice  Margaret Mazzantini, Fortunata è Jasmine Trinca, una donna sulla trentina che sta crescendo da sola la sua bambina di otto anni in un quartiere degradato di Roma. Va  di casa in casa a fare (in nero) messe in piega coltivando il sogno di aprire un suo negozio di parrucchiera e conquistare così un minimo di indipendenza economica da quel marito, allontanato da casa, che ancora  la tormenta. L'incontro con uno psicoterapeuta infantile si presenterà a Fortunata come l'opportunità di cambiare la propria vita. Ma non tutti sanno sfruttare le buone occasioni, soprattutto se a guidare le loro azioni è una cronica mancanza di autostima e una sfiducia nella capacità (o il diritto) di essere, nella vita, fortunati.


QUALCOSA DI NUOVO
Due amiche single, non proprio ragazzine, deluse dagli uomini, ma molto diverse.  Micaela Ramazzotti, due figlioletti, esorcizza la solitudine concedendosi assiduamente ai primi che incontra; Paola Cortellesi compensa le frustrazioni con il  suo appagante mestiere di cantante jazz e rifiuta ogni rapporto verso l’altro sesso. Storia di donne, di uomini erranti nelle loro vite passate e di un ragazzo che arriva come una bufera a scombinare il presente. Un ragazzo che ha soltanto 19 anni e sembra essere “uno dei tanti” che Maria incontra  per una notte caotica e priva di ricordi  precisi; salvo, stavolta, ritrovarsi al mattino dopo e casualmente davanti a Lucia, arrivata per far colazione con l’amica, credendola però l’altra, che nel frattempo è uscita di casa. Preludendo ad uno scambio di ruoli che le due donne, per necessità o per diletto, decidono di attuare. Nessuna delle due, naturalmente, svela all’altra quel che sta accadendo sotto le lenzuola ma prima o poi la verità è destinata a manifestarsi


FLORENCE
Divertissement sentimentale, Florence si accorda con Meryl Streep e Hugh Grant, attori impareggiabili. La ricchissima Florence Foster Jenkins tentò di diventare una grande cantante senza rendersi conto di non avere talento, grazie a  un maestro compiacente e a  un marito con il suo  entourage che avevano  deciso di tacitare la sua mediocrità. Cantare per Florence era una terapia per vivere pienamente, ricacciando i fantasmi. Ma quello che doveva essere un trastullo colto per apprendere il repertorio classico, divenne il desiderio incontenibile di trovare un palcoscenico. Maestro e consorte si prestarono al gioco e l'accompagnarono, uno al piano, l'altro in attesa dietro le quinte, sulle tavole celebri della Carnegie Hall. Nella speranza che il concerto non diventi  in fiasco.
 
Organizzato da:Istituzione Riccione per la Cultura
Giometti cinema in collaborazione con Comitato Riccione Paese
Quando: dal 1 al 20 agosto (eccetto mercoledì) ore 21,15

Il prezzo del biglietto è 5 euro a proiezione con possibilità di abbonamento a cinque film a 20 euro;
collegamento con trenino da P.le Azzarita (Alba), P.le Marinai, Porto, Ple Ceccarini - Rimborso di 1€ sul biglietto a chi usufruisce del trenino.
Per informazioni:   Istituzione Riccione per la Cultura 0541 608369 |  e-mail: cultura@comune.riccione.rn.itsito: www.riccioneperlacultura.itIAT 0541-426050 www.riccione.it

Nei Cinema:

  • Cinepalace Riccione